Tact&art – Memorie dal sottosuolo, cronache dalla pandemia

Caricamento Eventi
31
Agosto

Tact&art – Memorie dal sottosuolo, cronache dalla pandemia

31 Agosto, 2020 @ 19:00 - 21 Settembre, 2020 @ 20:30
  • Questo evento è passato.

TACT&ART
Memorie dal sottosuolo – cronaca dalla pandemia
curatore Nanni Spano
organizzato dall’Associazione Culturale DayDreaming Project e Cut Trieste

in co-organizzazione con la Comunità Greco Orientale di Trieste
Comunità greca di Trieste – Laboratorio di cultura
http://www.comgrecotrieste.it/
collaboratori artistici:  Giada Caliendo, Antonio Freni, Roberta Pastore, Massimo Premuda.

31 agosto – 21 settembre 2020 presso la Sala Xenia della Comunità Greco Orientale di Trieste in Riva 3 Novembre, 9
inaugurazione 31 agosto 2020 ore 19.00 | 19.30 | 20 su prenotazione obbligatoria

1 settembre ore 19 inaugurazione presso il Knulp Bar

foto in copertina di Luisa Puntelli
_______________________________________________

In questo momento storico, volenti o nolenti, siamo stati tutti costretti a “fermarci” e sono entrati nel linguaggio comune termini come pandemia, covid 19 e, ancora più inquietante, “distanza sociale” che implica, nella sua pur asettica formulazione, una serie di traumi emotivi, tra tutti l”impossibilità di poter stare vicini se non a “distanza di sicurezza” con altri esseri umani. E l’uomo, come ben sappiamo, è l’animale sociale per eccellenza.
Ciò ha spinto tutti a una profonda riflessione in tutti i campi e, nello specifico per noi, sullo stato dell’arte.
Perchè, dietro una sigla o una associazione, come nel nostro specifico il Daydreaming Project e CUT, ci
sono delle persone che hanno fatto dell’arte uno strumento che in primis è di comunicazione, di socialità,
di scambio di esperienze, del toccarsi, condividere, nei fatti e nelle idee, una esigenza che ogni artista
sente sua come l’aria che si respira o il pane quotidiano.
Tutto questo porta tutti, artisti e non, a girare lo sguardo, a voltarsi indietro e fare un bilancio, che non
deve per forza essere positivo o negativo, ma un fermarsi e riflettere su quale sia stato il percorso, dove
siamo adesso e quale potrebbe essere l’incerto futuro.
La mostra sarà una “chiamata alle arti” dove gli artisti esprimeranno coi loro strumenti artistici, che
spaziano dalla pittura, disegno, fotografia, grafica e scultura quello che per loro è stato il blocco forzato,
ben consci che nulla poteva arrestare la loro parte creativa.
La mostra sarà esposta alla sala Greco Ortodossa e al Bar Libreria Knulp, Trieste e comprenderanno le
opere di oltre 80 artisti provenienti dalla scena triestina e dal tutto il territorio nazionale e internazionale.
Le mostre inquadreranno vari settori di diverse discipline artistiche.
Spazieranno dalla pittura al disegno di artisti della regione che collaborano con l’associazione da
diverso tempo, un nutrito gruppo di illustratori che appartengono al mondo della graphic novel e della
street art, una accurata selezione di street photographers proveniente da ogni parte del globo a cura di
Roberta Pastore, che gestisce da oltre 10 anni il progetto “ Street photography in the world”con 195.000
fotografi iscritti, un progetto video che vede coinvolti gli alunni dell’istituto comprensivo Max Fabiani di
Trieste, a cura di Antonio Freni, insegnante e artista, e la selezione di un gruppo di artisti a cura di
Giada Caliendo e Massimo Premuda. Partecipa anche l’Associazione ALT (associazione cittadini e
familiari per la prevenzione e il contrasto alla dipendenza) presentando due numeri del suo free press
VOLERE VOLARE prodotti durante il Lockdown.

Il 3 e il 5 settembre alle ore 19, inoltre, si terranno due performance legate a pitture, suoni e danza.

_____________________

Associazione Culturale Daydreaming Project and CUT present
Notes from underground
– a pandemic chronicle


31 august / 21 september 2020

Openings:

– 31 august 2020, 7pm
Sala Xenia
Riva III Novembre, 9, Trieste

-1 september 2020, 7pm
Bar libreria Knulp
Via Madonna del Mare 7a, Trieste

cured by  Nanni Spano
in collaboration with
Giada Caliendo (Salerno, Trieste)
Roberta Pastore (Rome)
Antonio Freni (Trieste)
Massimo Premuda (Trieste)

At this historic moment, everyone was forced to “stop” and our everyday language was enriched with terms such as pandemic, covid19 and “social distance” which implies a series of emotional traumas, above all the impossibility of staying close to another human being, if not respecting social distancing. And man is, as we all know, a social animal.This pushed us to question everything and especially the state of the arts. Art in particular because behind the name of an association or an acronym, like for example Daydreaming Project and CUT, you will find people who use art as an instrument for communication, socialization, exchange of experiences, touching, sharing ideas and concrete facts, something that is like air for artists.
All this leads everyone (artists and not) not to turn our eyes, to draw conclusions, not necessarily positive or negative. It leads us instead to reflect on the path behind us and on how the uncertain future could be.

The exhibition will be a “call to arts” where artists will express through painting, drawings, photographs, graphics and sculpture what the lockdown represented for them, with the awareness that creativity could not be stopped.
The exhibition will take place at Sala Xenia, of the Greek-Orthodox community of Trieste and at Knulp Bar and will comprise art works by more than 80 national and international artists.
The exhibition will host different fields of different artistic disciplines.
It will go from paintings to drawings of graphic novel illustrators and street art artists, that have been working with DDproject for years.
There will also be a group of street photographers from all around the world, cured by Roberta Pastore, who has been organizing for 10 years the project “Street photography in the world” with 195.000 photographers.
And then there will also be a video-project by high school students (Max Fabiani, Trieste) cured by Antonio Freni – artist and teacher.

Associazione ALT will also be part of the exhibition (a local association that prevents and contrasts addictions). There will be two numbers of their free press (VOLERE VOLARE), that were printed and produced during lockdown.

On September 3d and 5th there will be two performances involving painting, sounds and dance.

DISEGNO/GRAFICA
ILLUSTRAZIONE
PITTURA /INSTALLAZIONE
LUISA ALBERI AUBER (Trieste, IT)
MARIANNA BARBANO (Udine, IT)
CRISTIANO BARICELLI (Genova IT)
GABRIELE BONATO (Trieste, IT)
MASSIMO BOCCUNI (USA)
RAFFAELLA BUSDON (Trieste, IT)
GIULIANO CESCO (Trieste, IT)
CECILIA DONAGGIO LUZZATO-FEGIZ
LISA DEIURI (Trieste, IT)
ALEXANDER DIDENKO (Moskov,RU)
EVA KILLER DOG (Roma,IT)
FABIOLA FAIDIGA (Trieste, IT)
CHRISTIAN FERMO (Trieste, IT)
SAMANTHA FERMO (Trieste IT)
PIERPAOLO FRAUSIN (Trieste IT)
ANTONIO FRENI (Trieste IT)
MASSIMO GIACON (Padova,IT)
OFFICINA INFERNALE (Padova, IT)
CRISTINA LOMBARDO (Trieste, IT)
ANDRO MALIS (Roma, IT)
DEBORA MALIS (Roma, IT)
GUGLIELMO MANENTI (Modica, IT)
MAURO MARTORIATI (Roma, IT)
DELPHI MORPURGO (Trieste, IT)
ROXANA MUNCHEN (Trieste IT)
NESSUNO NEIMAND (Interzona)
COITO NEGATO (Firenze, IT)
LE NEVRALGIE COSTANTI (Verona,IT)
TILF ( Como, IT)
STHEPANE CATTANEO (FRANCIA)
OFFICINA INFERNALE (Padova, IT)
SERGIO PANCALDI (Trieste, IT)
UGO PIERRI (Trieste IT)
MIRON POLACCO (TRIESTE, it)
ALBERTO PONTICELLI (Milano IT)
ANDY PRISNEY (all the world)
GIADA SANCIN (Trieste, IT)
MARIA SANQUEZ PUYADE
(ARGENTINA)
JAN SEDMAK (Trieste IT)
SHANTI RANCHETTI (Treviso IT)
ALESSANDRO RIPANE (Genova,IT)
LELLO RONCA (Salerno. IT)
VINCENZO RUOCCO (Salerno, IT)
ADELE RUGGIERO (Salerno, IT)
ALESSANDRA SPIGAI (Trieste, IT)
ALESSANDRO VASCOTTO (Trieste, IT)
STEFANO ZATTERA (Vicenza, IT)
DAST (Vicenza, IT)
VOLEREVOLARE (ASSOCIAZIONE CULTURALE ALT, Trieste, IT)
STREET P. IN THE WORLD
GABI BEN AVRAHAM (Tel Aviv Israele)
TATSUO SUZUKI Tokyo (Japan)
UMBERTO FARA Cuglieri (IT)
LUIGI CHIGHINE Bologna (IT)
LUISA PUNTELLI Alba (IT)
ANDREA RATTO La Coruña (Spagna)
MASSIMILIANO VECCHI Roma (IT)
GIUSEPPE PEZZA Roma (IT)
ROBBIE MCINTOSH Napoli (IT)
MARZIO TONIOLO San Fiorano (IT)
PHOTOGRAPHY
EMILIANO BENOLICH (NAMIBIA)
GIOVANNI CAPRIOTTI (CANADA)
VALERIO CORZANI (Roma, IT)
ROUGE MAUDIT (Trieste, IT)
NALE MICHELA (IT)
VANNI NAPSO (Sassari, IT)
MASSIMILIANO MUNER (Trieste, IT)
CRISTIANO PINZAN (Treviso, IT)
LUIGI TOLOTTI (Trieste, IT)
VIDEO / MUSIC / PERFORMER
SARA ALZETTA
ALESSANDRO VASCOTTO
BARBARA ZECCHINI
Amèris
ENNE EFFE
ROUGE MAUDIT
SPACCAILSILENZIO
FAUSTO VILEVICH
HANGAR TEATRI (MARCO PALAZZONI, KEVIN BIANCO, ILARIA SANTOSTEFANO, ELENA DELITHANASSIS)
ZOE PERNICI E FRANCESCO SCAREL
VIDEO ALLIEVI MAX FABIANI
a cura di Antonio Freni
CLARA DEVESCOVI
NOEMI FOPPA
VERONICA GENNA
NICOLAS PECAR
DARIA RIGO
SAMUELE SAVRON
ROSSELLA STOPAR
TUCKER GABRIELE SILVANO
 
Performance
Rouge Maudit e Zoe Pernici
“Wires tying us and leaving us breathless”
Two bodies, far away yet so close, tied by a common past and by a future yet to be defined through time and pulses. An intimate moment between two friends, two twins who lived different ages, to then meet again and give the same message.  By creating strong and stable relationships, each moment is a moment to share, something essential for who stays.
September 3rd, 7pm
Sala Xenia, Riva III Novembre, 9, Trieste
 
Amèris
“Far Away”
Tribal Urban Shamanic Ambient Opera
Amèris – all instruments and bases and music
Iknoise – sound engineering and live effects
Giuliano Cesco “Ian” – Digital installation and visual storytelling
September 5th, 7pm
Sala Xenia, Riva III Novembre, 9, Trieste

 

 

 

Details

Start: 31 Agosto, 2020 @ 19:00
End: 21 Settembre, 2020 @ 20:30